Pubblicazioni a prova di futuro – ePub3 a layout fisso

Il mondo dell’editoria digitale sembra finalmente iniziando a entrare in un periodo di fermento. Un paio di scosse in questo inizio anno 2018 sembrano star riportando il lume della sperimentazione ai grandi dell’editoria – ovviamente all’estero.

Il dominio di Amazon sugli eBook e la sua epoca di proibizionismo sviluppatosi contro le potenzialità dell’ePub3, bloccando molti dei progetti di eBook multimediali, forse sta per essere sfidato da un altro gigante. Qualche settimana fa è infatti stata pubblicata da Bloomberg la notizia che Apple sia pronta ad affrontare Amazon.com nel mercato dei libri digitali – sperando sia la volta buona – lavorando su una versione migliorata di iBooks, la nota app per la lettura di eBook su sistemi IOS.

La nuova app – si legge sempre su Bloomberg – che verrà rilasciata nei prossimi mesi, includerà un’interfaccia più semplice che mette meglio in evidenza i libri attualmente in fase di lettura e un nuovo iBooks Store più rassomigliante al nuovo App Store lanciato lo scorso anno. L’app rinnovata nei test include una nuova sezione chiamata Reading Now e una scheda dedicata per gli Audio Books.

Ma non solo. L’ottimo lavoro svolto da EDRLab con Readium 2 sembra destinato a darci un lettore di eBook gratuito e “neutrale”, disponibile per tutti i desktop e i dispositivi entro la fine dell’anno.

Non dimentichiamoci infine che è già passato un anno dall’acquisizione da parte del W3C dell’IDPF. I rumors sono sempre più concordi nell’affermare che presto potremo leggere gli eBook – di ogni formato – da browser e offline nel giro di pochi anni.

Nel frattempo utilizzare lo standard ePub3 è il modo migliore per rendere le nostre pubblicazioni a prova di futuro.

Il formato ePub3 a layout fisso è sempre più spesso scelto da scuole, aziende e da case editrici ormai consapevoli che la maggior parte dei lettori del mondo occidentale possiede un tablet con schermo sufficientemente grande, una connessione web e quindi le possibilità di fruire in modo semplice e veloce i contenuti quali illustrazioni, fotografie, insieme ad animazioni, audio e video – questo sempre all’estero.

Nonostante quindi il dominio di Amazon, delle piattaforme di distribuzione non in linea con gli standard dell’IDPF e degli editori bloccati nel passato, qualcuno con qualche nuovo progetto sta – faticosamente – facendo strada verso il futuro.

A questo proposito vorrei consigliarvi la lettura di un articolo, Making a groundbreaking animated and interactive children’s storybook, di Ken Jon.

Ken Jones è un esperto di software di pubblicazione con oltre dieci anni di esperienza come direttore tecnico della produzione, formatore software e sviluppatore presso Penguin Group UK. È la mente dietro a Circular Software, che offre consulenza sul flusso di lavoro, strumenti software e formazione per migliorare il modo in cui gli editori producono i loro libri illustrati di stampa e digitali.

È possibile scaricare l’anteprima di Gualdo’s Gift a questo link.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...